CORPO INTUITIVO 17|18

 

IL CORPO INTUITIVO | LABORATORIO PERMANENTE DI RICERCA E COMPOSIZIONE

https://www.facebook.com/events/1420801878000947/

– call 2017-2018 Deadline 10 settembre 2017
Si selezionano performers,danzatrici e danzatori per la quinta edizione del Laboratorio Il Corpo Intuitivo.
Rivolto a danzatori/performers con solida esperienza nella danza contemporanea e nei linguaggi del corpo condotto da DANIELE NINARELLO | Associazione CodedUomo
In collaborazione con Mcf Belfioredanza e realizzato con il sostegno della Fondazione Piemonte dal Vivo, Lavanderia a Vapore, Mosaico Danza Festival Interplay
————————–————————–————————–——-
Requisiti per la partecipazione

Rivolto a danzatori e performers con solida esperienza nella danza contemporanea e nei linguaggi del corpo con attitudine all’improvvisazione.

Per partecipare alle selezioni è necessario inviare

– Curriculm vitae
– Breve video di presentazione (link)
– lettera motivazionale 
entro il 10 Settembre 2017 all’indirizzo info@danieleninarello.it .inserendo nell’oggetto la dicitura APPLICATION IL CORPO INTUITIVO 2017 \ 2018

Attivo da ottobre a giugno, il laboratorio ha lo scopo di trasmettere pratiche per la ricerca in campo performativo, sui linguaggi del corpo e della danza contemporanea.

Azioni programmate:
• Attività di laboratorio 2 sabati al mese in orario 13,00 / 19,00 per un totale di 12 ore mensili danza contemporanea, discipline somatiche e e pratiche compositive.• Laboratori con ospiti esterni

Matan Zamir (Tel Aviv-Berlin)
Gaia Clotilde Chernetich
Marta Ciappina

• Apertura del laboratorio al pubblico sui linguaggi del contemporaneo attraverso sessioni di condivisione del processo di ricerca.

• Performance finale restitutiva (Maggio 2018 | Festival Interplay)
Per questa nuova edizione si propone un progetto in cui confluiscono danza, musica, drammaturgia e tecniche somatiche. Il processo di ricerca collettiva confluirà nella creazione di una performance.L’indagine di questa edizione parte da una riflessione sul ritmo interno ed esterno al corpo come il codice di comunicazione attraverso cui interagire con il mondo.

“ In che modo il ritmo e il tempo delle cose che accadono all’esterno influenzano il movimento del corpo e il suo orientamento?
Come i pensieri e i ritmi interni creano e modificano costantemente il nostro agire e il nostro spazio?
Dove può dunque condurci il flusso musicale del nostro potere immaginifico e della nostra disponibilità a sentirci?
Possono tutti questi elementi costituire una realtà nuova, una nuova via di fuga?”

Nel laboratorio si alterneranno fasi di training in cui si esplorerà il corpo a livello percettivo a fasi dedicate alla ricerca di movimento e alla composizione, a partire da task mirati. Il laboratorio ospiterà inoltre tre guest teachers che condivideranno la loro esperienza con i partecipanti.

Matan Zamir (Tel Aviv / Berlin) Danzatore e Coreografo

Workshop di Danza Contemporanea

Matan Zamir è un coreografo e performer israeliano residente a Berlino. Ha studiato alla Kibbutz Contemporary Dance School e alla Bat Dor Dance School di Tel Aviv. Nel 1996 entra a far parte del prestigioso Dance Ensemble Batsheva sotto la direzione artistica di Ohad Naharin. È stato invitato a lavorare con la coreografa Yasmeen Godder come performer, collaboratore artistico e direttore di prova. Nel 2002 si trasferisce a Berlino e da allora ha lavorato con diversi registi, coreografi e artisti tra cui Sasha Waltz, Benoit Lachambre, Michaela Casper, Kiriakos hadjiioannou, Peaches e Hanayo tra gli altri. Nel 2005, insieme al coreografo e all’artista italiano Nicola Mascia, fonda il duo collaborativo matanicola . Il loro operato finora include 7 creazioni, creazioni site-specific, curatela di festival, installazioni e progetti di improvvisazione. Nel 2014 insieme a Gal Naor fonda The progressive wave, un progetto collaborativo che mira a tradurre idee spirituali complesse in un linguaggio performativo audio-visivo innovativo e unico. Il loro primo lavoro “Lights & Vessels” del 2016 è il primo capitolo della loro trilogia di performance “Scienza dei segni”. Nel 2016 Matan è stato invitato in Cina per creare una piece per D.Lab a Shangha e nel 2017 in Giappone per collaborare con Hanayo Nakajima su un’installazione video presso il museo MOT per l’arte contemporanea di Tokyo. Oltre a coreografie ed esecuzioni, Matan Zamir insegna regolarmente lezioni di danza contemporanea e porta i laboratori di ricerca di movimento a livello internazionale.

 

Gaia Clotilde Chernetich Studiosa di danza e Dramaturg

Workshop di drammaturgia

Ha ottenuto un dottorato di ricerca europeo presso l’Università di Parma e presso l’Université Côte d’Azur. Ha studiato Narratologia (EHESS, Parigi) e Studi Teatrali (Paris3 – ENS). Le sue ricerche vertono sull’epistemologia, sulla trasmissione e sul funzionamento della memoria nelle arti. I suoi ambiti di interesse riguardano la relazione tra danza e scrittura, la drammaturgia della danza, la storia orale, il rapporto tra teatro e racconto e tra danza e gusto. Come giornalista, è redattrice del giornale online Teatro e Critica

 

Marta Ciappina Danzatrice e Coach

Brilliant mind and powerful body

Danzatrice e didatta, Marta Ciappina si forma principalmente a New York al Trisha Brown Studio e al Movement Research studiando con Diane Madden, Juliette Mapp, Jeremy Nelson, Vicky Shick, Andrew Harwood, Kirstie Simson, Ori Flomin, K.J. Holmes, John Jasperse. Come danzatrice collabora, tra gli altri, con John Jasperse Company (New York), Luis Lara Malvacias (New York), Gabriella Maiorino (Amsterdam), Ariella Vidach – AiEP (Milano), Motus (Parigi), Daniele Albanese_Compagnia Stalk (Parma), Compagnia Daniele Ninarello (Torino). Dal 2013 collabora con la compagnia MK, gruppo di punta della scena contemporanea, guidato da Michele Di Stefano (Leone d’Argento alla Biennale Danza di Venezia del 2014). Nel 2015 inizia la collaborazione con Alessandro Sciarroni per il progetto “Turning”, performance site specific presentata al MAXXI di Roma. Nel 2016 affianca Sciarroni in qualità di assistente alla coreografia per “Turning_motion sickness version”, spettacolo commissionato dall’Opéra de Lyon. Nello stesso anno lavora con la compagnia svizzera Cie Tiziana Arnaboldi ed apre la collaborazione con Chiara Bersani per i progetti “Goodnight, peeping Tom” e “The Olympic Games”, produzione K3 Tanzplan Hamburg, creata in sinergia con Marco D’Agostin. Affianca all’attività di danzatrice quella di pedagoga, sia come parte integrante del corpo insegnanti del Balletto di Roma, sia organizzando annualmente un fitto programma di classi e workshop per danzatori ed attori.

Frequenza due sabati ogni mese con orario 13,00/19,00
Quota di partecipazione per l’intero laboratorio euro 500,00 – Prevista rateizzazione in 4 tranche

Primo appuntamento SABATO 30 SETTEMBRE ore 13 Mcf Belfioredanza via Belfiore 24 interno cortile Torino

a seguire

SABATO 14 OTTOBRE
SABATO 21 OTTOBRE
SABATO 4 NOVEMBRE
SABATO 11 NOVEMBRE
SABATO 2 DICEMBRE
SABATO 9 DICEMBRE